Smartphonology Awards

Smartphonology Awards 2023: i nostri preferiti


Un altro anno è passato e in redazione sono passati tanti smartphone. Come l’ultimo anno e come i precedenti, i nostri awards prendono in considerazione esclusivamente gli smartphone che abbiamo ricevuto in prova. Il mercato dei dispositivi mobili è in continua sofferenza, anche se vi è una proporzionalità inversa tra crescita di dispositivi ricondizionati e spedizioni di nuovi. Nella lotta dei vari brand sono diversi quelli usciti di scena. Alcuni marchi hanno ridotto gli smartphone in numero e modelli, altri proseguono nell’immissione continua di svariate unità con nomi e caratteristiche sempre simili tra loro. Ma quali sono stati i nostri preferiti? Ecco qua gli Smartphonology Awards 2023.

Premio AUDIO: Samsung Galaxy S23 Ultra

L’audio firmato AKG lascia ben poco ai rivali. La qualità audio di Samsung Galaxy S23 Ultra è senza troppi giri di parole ottima. Inoltre il comparto multimediale è arricchito da un display di grandissima qualità, come è solita fare Samsung ed entrambe le soluzioni lavorano per offrire un intrattenimento al top.

Recensione Samsung Galaxy S23 Ultra

Premio PERFORMANCE: Samsung Galaxy S23 Ultra

Se si chiama Ultra un motivo ci sarà. Ad S23 Ultra non manca nulla, nemmeno un chipset creato appositamente. Fotocamere al top, un sistema fotografico cinematografico provato anche da Ridley Scott, insomma un vero gladiatore. Chi può non badare a spese e vuole un dispositivo davvero senza rinunce, non può non prendere in considerazione S23 Ultra.

Premio FOTOCAMERA: HUAWEI P60 Pro

HUAWEI avrà anche detto addio alla collaborazione con Leica, ma non ha certo detto addio alla elevata qualità fotografica. E con HUAWEI P60 Pro lo dimostra con spregiudicatezza. Il telefono, che vanta anche un design di estrema qualità, fornisce fotografie di elevato livello, adatte ad ogni appassionato di fotografia da smartphone.

Premio DISPLAY: TCL 40 NXTPAPER

Difficile stupirsi di questa scelta. TCL osa con un display opaco. E vince la scommessa. Forse non sarà uno smartphone popolare, ma il rapporto qualità/prezzo unito ad un display unico (fino ad ora) sugli smartphone, gli valgono questo riconoscimento. TCL 40 Nxtpaper permette infatti una fruizione dei contenuti senza dover fare i conti ogni volta con riflessi di varia natura. Inoltre supporta un pennino e la sensazione è simile alla carta. Come si può chiedere di più ad un dispositivo dal costo così contenuto?

Premio DESIGN: realme 11 Pro/Pro+

L’azienda cinese guarda all’Italia, per la precisione a Milano. La famiglia 11 Pro veste gli abiti d’alta moda, grazie al suo designer, Matteo Menotto, che ha vestito i due realme ispirandosi alle prime luci dell’alba sui Navigli di Milano. Saremo un po’ di parte, ma è tra i design più riusciti e piacevoli di quest’anno, che hanno reso un telefono di fascia media dal touch & feel premium. Non è la prima volta che l’azienda osa con il design, ma questa volta è davvero elegante e di classe.

PREMIO AUTONOMIA: Fairphone 5

Assegnare un premio autonomia quest’anno è stato davvero difficile. Questo perché sono molti i telefoni che arrivano fino a due giorni di utilizzo, anche intensivo. Ma abbiamo optato per Fairphone 5, non solo per i suoi due giorni, ma anche perché è facilmente riparabile e la batteria sostituibile, per cui se dovesse dare segni di cedimento, si potrà portare a riparare o procedere in autonomia.

PREMIO INNOVAZIONE: Motorola Razr 40/40 Ultra

Non abbiamo apprezzato un design che di Razr non ha molto, ma il premio innovazione se lo aggiudica Motorola, perché i Flip Phone più concreti sono roba loro. Tanta autonomia, ottimi display, ora anche più spaziosi. Bene le performance. Anche la richiesta economica è sempre più accattivante. Difficile la competizione su questo segmento con delle proposte così convincenti.

PREMIO BEST BUY: realme C53

La serie Narzo quest’anno non è pervenuta, ma la serie C sì, eccome. Con realme C53 l’azienda cinese, che quest’anno ha totalizzato quota 200 milioni di spedizioni, ha introdotto sul mercato nel segmento inferiore ai 200 euro, un device completo, con una qualità buona in ogni comparto e che si è presto trasformato in un best buy. Ideale per chi vuole spendere poco, ma poter fare quasi tutto.

PREMIO QUALITA’/PREZZO: Redmi Note 12 Pro+

Disporre di un telefono completo al prezzo di un fascia media “economico” non è sempre facile, ma il Redmi Note 12 Pro+ 5G ci riesce. Le caratteristiche hardware sono capaci di mettere in crisi un top di gamma e benché fotograficamente non sia supportato da una firma altisonante, i 200 Mpixel di cui è disposto pesano e fanno anche un bel lavoro. Difficile non consigliarlo a chi vuole spendere poco e avere tutto.

PREMIO SMARTPHONOLOGY AWARDS 2023: Xiaomi 13

Il miglior smartphone passato in redazione è anche uno degli ultimi che abbiamo provato: Xiaomi 13. In un telefono dal design sobrio e maneggevole, troviamo tanta qualità, foto firmate Leica, video fino a 8k e una batteria che infonde sicurezza. Ma più di tutto abbiamo apprezzato il prezzo accessibile per un top di gamma e la praticità. In un mercato in cui stanno sparendo i dispositivi inferiori ai 6 pollici, Xiaomi 13 riesce ad offrire tutto in un telefono che pensa all’ergonomia e alla comodità. Pur senza rinunciare a (quasi) nulla.

Seguici su Facebook!

Giornalista pubblicista, SEO Specialist, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Ho scritto per PC Professionale, SportEconomy e Corriere della Sera, oltre ovviamente a Smartphonology.