Unisciti al canale Telegram di Smartphonology
Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1

Snapdragon 8 Gen 1, il primo Qualcomm a 4 nm

Segui Smartphonology su YouTube!

La prossima generazione di chipset flagship di Qualcomm avrà una denominazione tutta nuova. Nella nottata a cavallo tra il 30 novembre e il primo dicembre, nel corso dello Snapdragon Tech Summit, è stato alzato il sipario su Snapdragon 8 Gen 1. Ampiamente anticipato negli scorsi giorni, il nuovo hardware sarà equipaggiato sui nuovi smartphone Android in arrivo prima della fine dell’anno e per tutto il 2022.

Snapdragon 8 Gen 1 è il primo SoC a 4 nm di Qualcomm

Il primo chipset a 4 nm di Qualcomm dunque cambia nomenclatura; la CPU mantiene un design a tre cluster, ma i core ora sono basati sui design ARMv9. Il principale è un Cortex-X2, che arriverà a 3,0 GHz. Tre core a sostenerlo, basati su Cortex-A710, i quali arriveranno a 2,5 GHz e quattro core di efficienza basati su A510 a 1,8 GHz. Dettagli tecnici a parte, Qualcomm informa che Snapdragon 8 Gen 1 sarà il 20% più veloce dello Snapdragon 888 spesso visto sui flagship Android del 2021. Anche il risparmio energetico andrà incontro a dei miglioramenti, con una riduzione del 30% dei consumi.

Subito dopo l’annuncio, Xiaomi ha annunciato che il prossimo Xiaomi 12 sarà alimentato dal nuovo SoC.

La connettività

La connettività è garantita dallo Snapdragon X65 5G Modem RF System. La capacità di download arriva fino a 10 Gigabit. Inoltre il chipset è dotato anche del Qualcomm Fast Connect 6900 che consente velocità fino a 3,6 Gbps su reti Wi-Fi 6 e 6E.

La GPU su Snapdragon 8 Gen 1

Non molte le informazioni sulla nuova GPU Adreno, ma le promesse sono diverse. Offrirà un rendering grafico fino al 30% più veloce rispetto alla precedente generazione e un’efficienza energetica migliorata del 25%. Sarà presente anche un pannello in cui si potrà calibrare il modo in cui si giocherà con i videogame.

Snapdragon 8 Gen 1
Credit: GSM Arena

Miglioramenti lato fotografico

Per il reparto fotografico sono state pensate delle innovazioni come la tecnologia Snapdragon Sight. Il nuovo hardware è in grado di acquisire fino ad un numero di informazioni 4.000 volte superiori al chipset precedente. Si potrà dunque ottenere migliori foto in HDR e una velocità di elaborazione di 3,2 Gigapixel al secondo. I telefoni con a bordo il nuovo Snapdragon 8 Gen 1 (e il giusto reparto fotografico) potranno anche catturare video in 8K HDR10+ e acquisire immagini allo stesso tempo a 64 Mpixel, oppure scattare 240 foto in un secondo a 12 Mpixel. Per i video sarà possibile invece disporre della tecnologia Bokeh Engine, che andrà a sfocare i video proprio come le foto, con l’ausilio dell’IA. Anche in questo caso il consumo energetico sarà più contenuto, in qualsiasi applicazione della fotocamera.

Più sicurezza e iSIM

Snapdragon 8 Gen 1 non dimentica l’importanza della sicurezza, con dei miglioramenti generali oltre al supporto allo standard Android Ready SE. In questo modo si potrà registrare chiavi digitali per l’auto, patenti di guida, documenti, metodi di pagamento e supporto alle iSIM (da non confondersi con le eSIM).

A distanza di pochi minuti dalla presentazione ufficiale, Xiaomi ha annunciato che, come era lecito aspettarsi, il prossimo Xiaomi 12 sarà alimentato proprio dal nuovo SoC di Qualcomm. Il Mi 11 (recensito qui) non ha atteso il 2021 per essere svelato, tanto da essere presentato il 28 dicembre del 2020. Subirà la stessa sorte anche il nuovo flagship della casa cinese? Mancano poche settimane, per scoprirlo.

Iscriviti alla newsletter!

Non perdere neanche un aggiornamento di Smartphonology: ricevi gratuitamente recensioni in anteprima, rassegne e novità dal mondo della telefonia!

* indicates required
Accettazione privacy
Roberto Cosentino
Giornalista pubblicista, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Dopo le esperienze da NotebookItalia, PacoDigit e PC Professionale, ecco a voi Smartphonology.