Unisciti al canale Telegram di Smartphonology
Recensione HAUWEI Watch Fit Special Edition

Recensione HUAWEI Watch Fit Special Edition


Verso la fine di luglio 2023 è stata presentata la HUAWEI Watch Fit Special Edition, una smart band dal costo di 99 euro pensata per gli utenti più giovani. L’abbiamo recensita in piena estate e ne siamo rimasti parzialmente soddisfatti. Ecco la nostra prova.

La confezione

La smart band arriva in una semplice confezione in cui è contenuta la band, il cavo per la carica della batteria e i documenti e le garanzie.

Costruzione e vestibilità

La Watch Fit SE arriva in tre colorazioni. Quella in prova è la Forest Green e chi scrive crede sia la più piacevole, perché è un colore che si distingue dalla monotonia e può essere utilizzato da chiunque, in qualsiasi contesto. Le dimensioni del wearable sono di 46 mm × 30 mm × 10,7 mm e pesa, cinturino in silicone escluso, 21 grammi. La cassa è in polimeri. Dunque un orologio comodo e leggero; in genere non amo i cinturini in silicone, ma nella nostra prova oltre ad essere risultato comodo e leggero, non ha lasciato segni sulla pelle ed e quasi non si sente. Tuttavia se vogliamo ottenere dei valori quanto più attendibili possibili, bisognerà stringere sul polso l’orologio e allora potrebbe dare un po’ di fastidio, compresi i segni.

Uno solo il tasto sul profilo destro del dispositivo. Il bracciale è in grado di resistere a 5 ATM, ovvero che può tollerare immersioni fino a 50 metri di pressione statica dell’acqua per 10 minuti. Ciò non vuol dire che sia impermeabile in acque profonde 50 metri. Tradotto, si può usare in piscina o lungo le coste, no ad immersioni o in doccia. In caso di bagni al mare o in oceano, bisogna risciacquarlo.

Il display

Tra i diversi pregi di questo prodotto troviamo senza dubbio lo schermo. Il display è un pannello AMOLED da 1,64 pollici e risoluzione da 456 × 280 pixel, 326 ppi. HUAWEI Health permette di impostare una quantità indefinita di quadranti, ma se si vuole dare libero sfogo allo schermo, bisogna personalizzarlo con foto o immagini proprie. Il display è molto luminoso, ma all’aperto si sentirà il bisogno di impostare la luminosità al massimo, per una corretta fruizione dei contenuti anche sotto la luce diretta del sole. Inoltre, non vengono lasciate ditate nel corso dell’utilizzo, ed è un altro punto a favore dello schermo. Molto bene la possibilità di limitare l’attività di funzionamento dello schermo nelle ore destinate al risposo. In questo modo non si verrà disturbati dalla luce accesa inavvertitamente dall’orologio.

Le performance e l’autonomia

HUAWEI Watch FIT Special Edition è performante e reattivo, anche quando si scuote il polso per far illuminare il display. L’autonomia non è una delle caratteristiche più a favore del device. Con tutte le misurazioni attive, abbiamo calcolato una media di circa 10-12% di scarica quotidiana, che porta l’utilizzo a meno di 10 giorni. Se si utilizza inoltre la funzionalità Always-On, si riduce drasticamente ad un massimo di tre giorni di utilizzo. Ma è lo scotto da pagare per un device leggero e comodo da indossare. HUAWEI Watch FIT Special Edition può caricarsi completamente in 45 minuti, mentre per essere utilizzato un giorno, secondo il produttore, bastano cinque minuti di carica.

Caratteristiche hardware e software

Al suo interno l’orologio è quasi completo. Manca l’NFC, ma troviamo una serie di sensori ed elementi che rendono il Watch FIT davvero interessante. Ad esempio troviamo la possibilità di misurare la saturazione dell’ossigeno (SpO2), abbiamo il GPS integrato, si può misurare frequenza cardiaca e si avvale di un programma di corsa scientifico chiamato HUAWEI TruSport, che annovera l’indice di capacità di corsa, il carico di allenamento, il tempo di recupero e i dati VO2Max Data. Benché non sia un dispositivo medico (a differenza di Watch D), raccoglie dati grazie al supporto dell’Intelligenza Artificiale, utile a capire eventuali cambiamenti nel proprio corpo. Ad esempio gli smart alert, inviano notifiche nel caso la frequenza statica sia troppo alta o troppo bassa. Molto bene la parte in cui viene studiata l’attività fisica dell’utente. Approfondita e utile per chi desidera e necessita apprendere tutti i dati possibili nel corso dell’allenamento.

Secondo quanto riferito da HUAWEI sono stati apportati dei miglioramenti nell’accuratezza del monitoraggio dei parametri vitali rispetto agli altri prodotti del brand. Non si tratta di un dispositivo medico, dunque i dati rilevati serviranno solo come un riferimento. A bordo troviamo HarmonyOS 2, supporta la possibilità di ricevere le notifiche da molte app e inviare risposte rapide anche personalizzabili. Supporta l’identificazione automatica di corsa all’esterno, camminata all’esterno, corsa all’interno, camminata all’interno, ellittica o vogatore. Può inoltre offrire la risposta rapida a una selezione di app di messaggistica, ma non con device Apple.

Come usare HUAWEI Watch Fit Special Edition su Android

Su Android 13 potrebbe essere un po’ più complesso. In caso di errore, sarà necessario dirigersi in Impostazioni, selezionare APP, dopodiché premere alla voce HUAWEI Health e in alto a destra  “Altro” infine bisognerà premere su Consenti impostazione limitata e infine di nuovo su Consenti. Se non doveste trovare questa soluzione, provate a riavviare lo smartphone. La band di HUAWEI non supporta lo scatto remoto con Android, ma solo con dispositivi HUAWEI e iOS.

Come tutti i wearable di HUAWEI, per utilizzare la band è necessario avere un HUAWEI ID da collegare a HUAWEI Health. L’applicazione è sempre più nutrita di impostazioni ed è sempre in costante evoluzione, inoltre è possibile sottoscrivere le funzionalità “Plus” che aggiungono una nutrita varietà di opzioni. Accessibile dal Centro VIP, permette di effettuare una approfondita analisi nutrizionale, ascoltare suoni rilassanti e accedere a workout selezionati. Il costo è di circa 7,99 euro al mese, ma anche la versione base gratuita è molto completa e articolata.

Conclusioni

HUAWEI Watch Fit Special Edition è una smart band molto interessante, ma che non apporta significativi cambiamenti alle band del produttore cinese. Anche il costo appare un po’ elevato con i suoi 99 euro. Di differente con le Band 6 e Band 7 troviamo la misurazione del sonno e la presenza di un GPS. Anche l’autonomia è inferiore alle stesse band. Nel complesso è una bella e comoda soluzione per monitorare a 360° i propri dati, ma il costo è un po’ elevato e la batteria non soddisfa più di molto.

Le offerte

In breve

Giornalista pubblicista, SEO Specialist, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Ho scritto per PC Professionale, SportEconomy e Corriere della Sera, oltre ovviamente a Smartphonology.