Unisciti al canale Telegram di Smartphonology
OPPO Pad Air

Recensione OPPO Pad Air: elegante e concreto

Insieme al lancio in Europa di OPPO Reno8 e Reno8 Pro (che abbiamo recensito rispettivamente qui e qui) ha debuttato anche il primo tablet di OPPO ovvero OPPO Pad Air. Un dispositivo dal costo contenuto e che si rivolge principalmente all’intrattenimento. Lanciato sul mercato al prezzo di 299 euro, nella versione 4/64 GB attualmente è in sconto sul sito di OPPO al prezzo di 229 euro. Tuttavia la versione da 128 GB costa un po’ di più: 349 euro ed è la configurazione in prova, un po’ meno appetibile.

Confezione

Il tablet arriva in una confezione minimal in cui oltre al device sono contenuti il cavo USB-A/USB-C e il caricabatterie da 18W. Per il prezzo a cui è proposto, è tutto quello che serve e che si può ottenere e va bene così.

Costruzione e design

A dispetto del prezzo contenuto OPPO conferisce all’aspetto del Pad Air una gradevolissima veste. Arriva nelle dimensioni di 245 x 154,8 x 6,9 mm e pesa circa 440 grammi. La parte posteriore è caratterizzata da un’elegante colorazione grigia divisa in due parti, una texture opaca che non trattiene le ditate e con al centro il logo del produttore. Una parte è dedicata ad una texture 3D creata utilizzando un processo di pressione termica basato su OPPO Glow, già visto sugli smartphone, ma che cerca un aspetto elegante. Il grigio brilla con sfumature chiare e scure che prende ispirazione dalle duna di sabbia a mezzanotte. Chi scrive avrebbe preferito una certa armonia nel design, ma non crea un eccessivo contrasto e non perde comunque eleganza e una cura che sono invece compatibili con una fascia premium.

Mantenendo il dispositivo in modalità landscape con la fotocamera rivolta verso l’alto, nella superficie superiore OPPO Pad Air dispone di un bilanciere del volume e di uno slot per inserire una microSD, in grado di espandere la memoria del tablet fino a 512 GB. Il lato destro prevede la prima coppia di speaker al cui centro è presente l’ingresso per la USB Type C. Liscio il profilo inferiore, nel lato sinistro troviamo invece la seconda coppia di speaker e il tasto di accensione.

oppo pad air

Il tablet non sembra scivoloso e si percepisce la qualità nella costruzione. L’unico problema è che quando mantenuto in landscape gli speaker vengono coperti dalle mani e potrebbe essere utile munirsi di un accessorio che possa mantenere il tablet in equilibrio quando posato su di un tavolo, in modo da poter fruire dei contenuti senza soffocare l’audio e godendo delle capacità multimediali del dispositivo al massimo.

Il display di OPPO Pad Air

Lo schermo del device è di 10,36 pollici con risoluzione 2K da 2.000 x 1.200 pixel. Il pannello è certificato da Tüv Rheinland per la riduzione dell’emissione di luce blu, per il comfort degli occhi. Le immagini sono immersive, dettagliate e adeguate per la riproduzione di contenuti con una più che buona qualità. Non è un tablet adatto per spostarsi, non essendo prevista la possibilità di connettersi alla rete mobile e mancando il GPS, è stato pensato più che altro per lo smart working e l’intrattenimento, tuttavia non si sottrae, nel corso delle belle giornate, alla riproduzione ad esempio in terrazzo o in giardino. La luminosità non è elevatissima, ma i contenuti possono essere riprodotti senza temere che i 360 nits non siano sufficienti nella consultazione dei contenuti. Il pannello è di tipo IPS LCD, di buona qualità e che non soffre particolarmente le ditate. Soffre però un po’ i riflessi.

oppo pad air

Lo schermo è dunque di buona qualità ed è supportato a dovere da due coppie di speaker con audio Dolby Atmos, che mostrano il lato più multimediale del Pad Air. Si potrà godere del bingewatching senza preoccuparsi troppo dell’autonomia, purché come detto in precedenza si acquisti un supporto in modo da non dover mantenere il tablet con le mani e soffocare dunque il poderoso audio.

oppo pad air

Hardware & Software

OPPO Pad Air è mosso dal Qualcomm Snapdragon 680, che abbiamo già imparato a conoscere su alcuni smartphone e che fornisce al dispositivo le risorse necessarie ad un utilizzo più che sufficientemente fluido per gli scopi per cui il tablet è stato realizzato, ovvero l’intrattenimento e perché no, la produttività. Il device è stato equipaggiato di 4 GB di RAM (espandibili virtualmente fino ad ulteriori 3 GB) e 128 GB di storage (c’è anche il taglio di memoria da 64 GB) espandibili via microSD fino a 512 GB. La batteria è una delle caratteristiche principali del device, che con i suoi 7.100 mAh e con le ottimizzazioni software, può garantire fino ad una settimana in stand-by. L’utilizzo è prolungato, l’autonomia non lascia mai a piedi sul più bello. La carica non è rapidissima, sono 18W, ma supporta la ricarica inversa da 5W. La GPU è la Adreno 610. Abbiamo inoltre Bluetooth 5.1, Wi-Fi, manca GPS e NFC.

oppo pad air

oppo pad air

A bordo troviamo Android 12 e la ColorOS 12, con supporto per il multitasking con la modalità Dual Windows e con la possibilità di avvalersi della Multi-Screen Connect, che permette di prendere il controllo del proprio smartphone OPPO dallo schermo del tablet. Ma si possono anche trasferire file ad esempio anche sul PC o ancora sullo smartphone e viceversa. Il device non si sottrae anche alle sessioni di gaming, abbiamo giocato tranquillamente a Real Racing 3 con una buona fluidità, avvertendo una moderata produzione di calore nella parte superiore del tablet.

Modalità Dual Window

Reparto fotografico

Per le videochiamate il tablet conta su due fotocamere, una anteriore da 5 Mpixel e una posteriore da 8 Mpixel. Entrambe fanno quello che possono e sono state scelte per non andare ad aumentare il costo finale del prodotto, ma non si distinguono certo per la qualità. Tuttavia sono sufficienti per le videochiamate.

Conclusioni

Lanciato al prezzo di 299 euro per la versione da 4/64 GB, ora si può trovare in sconto sul sito di OPPO a 229 euro, mentre la versione 4/128 GB costa 349 euro. In questo caso il prezzo è un po’ più elevato e 64 GB di storage in più non giustificano un prezzo così alto, di conseguenza la scelta più appetibile ricade sulla configurazione da 4/64 GB che in sconto a 229 euro diventa molto interessante. Non è un dispositivo adatto alla mobilità, un po’ per le dimensioni un po’ per le mancanze, ma è un tablet perfetto per l’utilizzo domestico, lo smart working, l’intrattenimento e per la smart home, con un aspetto premium ed elegante. Il costo per la versione base è dunque più che accattivante, specie con lo sconto e aggiunge un punto in più a favore per l’offerta di OPPO, che debutta positivamente nel mondo dei tablet.

OPPO Pad Air in breve

Stories

Smartphonology sarà gratuito per sempre. Puoi sostenere il nostro lavoro attraverso una donazione: se ti va e il contenuto che hai trovato sul giornale ti è stato utile, puoi offrirci un caffè su PayPal, cliccando qui.

Giornalista pubblicista, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Dopo le esperienze da NotebookItalia, PacoDigit e PC Professionale, ecco a voi Smartphonology.
Recensione OPPO Pad Air I Galaxy Watch4 e Watch5 prevengono l’obesità Smartphone Black Friday!
adbanner