Unisciti al canale Telegram di Smartphonology

Il 7 giugno l’UE potrebbe votare sullo standard USB-C

Di caricabatterie universale si parla già da diverso tempo. Sono passati otto mesi da quando l’Unione Europea ha proposto ai produttori di adeguarsi ad uno standard comune, ovvero il connettore USB-C. Se da un lato qualche entry level Android presenta (ancora, ma è raro) l’ingresso microUSB, l’unico produttore ad essere rimasto ad uno standard proprietario è Apple, con il suo connettore Lightning. Tuttavia nei mesi scorsi un’indiscrezione di Bloomberg ha illustrato come Cupertino starebbe lavorando per adeguare anche gli iPhone allo standard universale dal 2023, benché questo possa limitare i suoi guadagni. Indiscrezione o no, un incentivo potrebbe arrivare dall’Unione Europea: secondo Reuters, il 7 giugno si vota per decidere sullo standard da adottare.

Da martedì dunque dall’UE dovrebbe arrivare una decisione definitiva, tuttavia ovviamente questo riguarderebbe solo l’Europa, ed Apple si troverebbe in un mercato in cui è costretta a proporre dispositivi con connettore USB-C, diversamente dal resto del mondo. Va detto che i suoi iPad adottano già questa soluzione, quindi non è azzardato pensare che l’azienda statunitense possa presto estendere questa soluzione anche sui propri melafonini. Inoltre l’escamotage di arricchire le confezioni di un adattatore, non è percorribile. All’UE comunque stanno ancora lavorando affinché vengano inclusi anche i laptop nel nuovo regolamento, per porre fine alla spina cilindrica e passare allo standard USB-C.

A prescindere comunque dall’esito della votazione della Commissione Europea, gli iPhone 14 (che stanno riscontrando rallentamenti nella produzione con possibili ripercussioni economiche per Cupertino) verranno presentati nel corso di quest’anno, presenteranno ancora il connettore Lightning. Secondo alcuni rumors, Apple starebbe anche lavorando ad un adattatore perché in futuro i vecchi device con connettore Lightning possano adeguarsi al nuovo standard USB-C. Va però ricordato che ai tempi di iPhone 5, quando si passò dal connettore a 30 pin al Lightning, non ci furono adattatori di sorta.

Stories

Smartphonology sarà gratuito per sempre. Puoi sostenere il nostro lavoro attraverso una donazione: se ti va e il contenuto che hai trovato sul giornale ti è stato utile, puoi offrirci un caffè su PayPal, cliccando qui.

Giornalista pubblicista, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Dopo le esperienze da NotebookItalia, PacoDigit e PC Professionale, ecco a voi Smartphonology.
Recensione OPPO Pad Air I Galaxy Watch4 e Watch5 prevengono l’obesità Smartphone Black Friday!
adbanner