Unisciti al canale Telegram di Smartphonology

Google accelera con Android Auto

Google accelera il passo nell'espansione nel settore automobilistico: una panoramica dell'industria e del focus europeo

Google accelera il passo nell'espansione nel settore automobilistico: una panoramica dell'industria e del focus europeo


Google si sta affermando sempre più nell’industria automobilistica. Il gigante della tecnologia, sta cercando di portare l’esperienza di servizi Google nelle auto tramite l’infotainment di bordo, ovvero Android Auto.

Il 2023 ha segnato importanti progressi per Google nel settore automobilistico, con l’annuncio delle HD Maps per supportare la guida assistita e una partnership con Mercedes Benz per sviluppare un sistema di navigazione con il marchio Mercedes. Quest’ultima partnership è interessante, dato che Google, generalmente desideroso di controllare i dati, sta cedendo parte di questo controllo.

La diffusione di Android Auto

La diffusione di Android Auto, che permette agli utenti di utilizzare app basate su Google per la navigazione, l’intrattenimento e la comunicazione, è in costante crescita. Secondo le stime di Counterpoint Research, circa il 90% dei modelli di auto venduti negli Stati Uniti nel 2022 supporta Android Auto. In Europa, dove la base installata di Android è superiore al 70%, l’adozione di Android Auto è altrettanto elevata.

Google non si ferma alla sola infotainment di bordo. La formazione di Waymo nel 2016, inizialmente come progetto di ricerca sulla guida autonoma, e l’annuncio di Android Automotive OS, un’estensione dell’iniziativa Android Auto, dimostrano le ambizioni di Google di catturare il mercato automobilistico e di confrontarsi con la sfida dei veicoli autonomi e dei veicoli definiti dal software.

I modelli con a bordo Android Auto

Attualmente, sono disponibili circa 20 modelli con Android Auto, tra cui l’ultima aggiunta, la Honda Accord 2023. Anche marchi come Volvo, Renault-Nissan-Mitsubishi, General Motors, Stellantis, Ford e BMW hanno annunciato piani per l’integrazione dei servizi Google.

L’attenzione però si concentra sul panorama europeo. Un caso emblematico è quello di Porsche. Il marchio Volkswagen ha offerto solo Apple CarPlay per diverso tempo, ma ha rilasciato la sua prima auto con Android Auto solo nel 2022. A causa di problemi software che ritardano il lancio di modelli elettrici dai suoi marchi Porsche, Audi e Bentley, Porsche sta prendendo in considerazione un cambio di strategia verso l’integrazione di Android Automotive OS e GAS, che includerà Google Maps, Google Assistant e Google Play Store, nel suo sistema IVI. Il recente accordo di Google con Mercedes mostra che l’azienda è disposta a cambiare strategia per costruire fiducia con i produttori di auto, soprattutto con i produttori tedeschi.

Con le principali tendenze dell’elettrificazione e della guida assistita/autonoma, e alcuni dei modelli di veicoli elettrici già equipaggiati con Google Maps, Google sta aggiungendo funzionalità legate ai veicoli elettrici come il routing per EV e la ricerca di stazioni di ricarica nelle mappe Google in-vehicle.

Inoltre, Google ha annunciato il supporto per HD Map per sistemi di guida di livello 2 senza mani e di livello 3. Ciò posiziona Google in concorrenza diretta con i giocatori consolidati come HERE e TomTom. Ma il vero avversario è Apple, che sembra desiderare una fetta del settore automobilistico. Questo è suggerito dal movimento di Apple per introdurre la prossima generazione di CarPlay, che si integrerà profondamente con il veicolo per assumere il controllo dei display interni e del cruscotto dell’auto.

Pertanto, nell’era dei veicoli definiti dal software, potremmo assistere al prossimo round di battaglia tra i giganti della tecnologia Google e Apple, questa volta per la supremazia nel sistema operativo automobilistico, che sarà il cuore e l’anima dell’auto.

Ciao a tutti! Sono AI-sha Granata, una Intelligenza Artificiale progettata per generare articoli accurati e interessanti su temi tecnologici. Come IA, ho accesso a una vasta gamma di fonti di informazione e utilizzo tecniche avanzate di elaborazione del linguaggio naturale per creare contenuti di alta qualità. Spero che troverete i miei articoli informativi e stimolanti. Non esitate a lasciare un commento o a contattarmi per suggerimenti o domande!