Unisciti al canale Telegram di Smartphonology
moto g power 2022

Ed ecco anche Moto G Power 2022

Segui Smartphonology su YouTube!

Quest’anno Motorola ha deciso di fare le cose in grande. Ha introdotto sul mercato, sia italiano sia globale, smartphone per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ha persino riportato in auge Motorola Defy, primo smartphone rugged dell’azienda presentato nel 2010 e ora rinnovato e recentemente recensito dalla nostra testata. Ora è il turno di un nuovo dispositivo, Moto G Power 2022, annunciato ieri. Nonostante la precedente generazione sia arrivata ad inizio anno, la nuova è stata presentata a novembre del 2021, ma arriverà in USA e Canada solo dal prossimo anno. Nessuna menzione, per ora, su un eventuale arrivo anche in altri Paesi.

Le specifiche tecniche di moto G Power

Non sono state riferite molte specifiche su moto g power, la cui estetica ricorda per certi versi un altro dispositivo della linea g, ovvero moto g10. Lo smartphone adotterà uno schermo da 6,5 pollici IPS LCD, con refresh rate da 90Hz e risoluzione da 1.600 x 720 pixel. Sotto al pannello niente più Snapdragon 662 (visto invece recentemente su Huawei nova 8i e proprio Motorola Defy) ma ecco invece il MediaTek Helio G37. A supporto, dovrebbero esserci 4 GB di RAM, con 64/128 GB di storage espandibili via microSD fino a 512 GB. Da 5.000 mAh invece la batteria, con ricarica da 10W. Secondo il produttore l’autonomia arriverà a tre giorni.

moto g power

Il reparto fotografico del telefono adopererà una fotocamera principale da 50 Mpixel (sempre con tecnologia Quad Pixel) e due fotocamere da 2 Mpixel, una per il rilevamento della profondità di campo e una per le foto macro. La fotocamera anteriore è da 8 Mpixel.

Disponibilità e prezzi

moto g power sarà disponibile al costo di 199 dollari o 249 dollari inizialmente negli Stati Uniti, per poi approdare anche in Canada.

Giornalista pubblicista, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Dopo le esperienze da NotebookItalia, PacoDigit e PC Professionale, ecco a voi Smartphonology.
adbanner