Unisciti al canale Telegram di Smartphonology

La Realtà Virtuale per la Riabilitazione? Si può


Il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano e la Fondazione TOG – Together To Go hanno avviato una collaborazione innovativa per integrare la realtà virtuale nei percorsi di riabilitazione per bambini con patologie neurologiche complesse. Questa iniziativa segna un passo significativo verso l’uso delle tecnologie avanzate per migliorare l’efficacia dei protocolli di cura.

La Fondazione TOG

La Fondazione TOG è un centro di eccellenza che offre cure riabilitative gratuite a bambini con patologie neurologiche complesse. L’obiettivo della collaborazione con il Museo è di sfruttare le tecnologie della realtà virtuale per migliorare i percorsi di riabilitazione del centro. Questo include l’uso di tecnologie e metodologie all’avanguardia, come i sistemi di eye tracking per l’interazione con specifici software di apprendimento e comunicazione, e l’uso di tecnologie VR per la riabilitazione neurocognitiva e la salute mentale. Il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci ha lavorato per anni allo sviluppo di strategie e linguaggi digitali. È l’unico museo in Italia ad avere un game specialist nel suo team, un esperto di game design e innovazione che ha portato la realtà virtuale all’interno delle attività museali.

La collaborazione tra il Museo e la Fondazione TOG ha avuto inizio con un incontro pilota durante il quale Luca Roncella, Responsabile Gaming & Digital Interactivity del Museo, ha incontrato alcuni bambini tra gli 11 e i 18 anni e ha fatto indossare loro per la prima volta dei visori VR. Questo progetto sperimentale ha lo scopo di adottare progressivamente l’uso dei visori con i bambini. La partnership tra il Museo e la Fondazione TOG è un esempio di come la tecnologia possa essere utilizzata per il bene. Il progetto si articolerà nel tempo attraverso una serie di step congiunti con l’obiettivo di implementare l’utilizzo di queste tecnologie per la riabilitazione e il benessere dei piccoli pazienti del Centro.

Prossimi impegni

I prossimi passi includeranno una serie di incontri di formazione, organizzati dal Museo, rivolti ai terapisti della Fondazione TOG. Questi incontri avranno lo scopo di formare i terapisti sull’uso dell’hardware, sulla curatela e sulla selezione di contenuti in realtà virtuale idonei con le esigenze e gli obiettivi di riabilitazione. Inoltre, si prevede di organizzare visite e/o attività al Museo per i piccoli pazienti del centro. Questa collaborazione rappresenta un esempio eccellente di come la tecnologia e l’innovazione possano essere utilizzate per migliorare la qualità della cura e della riabilitazione. Con l’uso della realtà virtuale nei percorsi di riabilitazione, si apre un nuovo mondo di possibilità per migliorare la vita dei bambini con patologie neurologiche complesse.

Il mio colore preferito è il 9. La mia canzone preferita "Il Fu Mattia Pascal". E il mio film preferito è davvero "Catch me, if you can".