Zepp Flow: ora si fa sul serio con l’IA al polso


Zepp continua a voler stupire i propri utenti. Dopo i gioielli tecnologici presentati sul finire dello scorso anno, come Amazfit Balance e la Special Edition, al Mobile World Congress la casa cinese ha presentato due novità software di tutto rispetto. Il primo è l’aggiornamento 3.5 di Zepp OS. Il secondo è un assistente vocale basato su algoritmi di Intelligenza Artificiale LLM che arriverà sui dispositivi globalmente: Zepp Flow. Zepp Health comunica inoltre, di aver raggiunto una base di utenti che supera i 42 milioni, in oltre 90 Paesi.

Zepp Flow: l’Intelligenza Artificiale arriva sugli smartwatch

Zepp Flow viene introdotto come molto più di un semplice assistente vocale. Il nome deriva dalla natura fluida e intuitiva dell’interazione con l’utente. Proprio come il flusso senza dispendio energetico di acqua o dell’energia (da qui “Flow”), viene facilitata una connessione veloce e senza interruzioni tra utente e device. L’assistente è stato progettato per comprendere il linguaggio naturale. Addio dunque a comandi, o parole chiave predefinite. Gli utenti potranno esprimersi liberamente. Il software interpreterà le richieste dell’utente, che sia l’avvio di un allenamento o gestire le attività di ogni giorno, il compito di Zepp Flow sarà ottimizzare l’esperienza utente. L’Intelligenza Artificiale diventa dunque Intelligenza Indossabile.

“Con team di ricerca e sviluppo dedicati in Nord America, Europa e Asia, ci impegniamo a promuovere l’innovazione e a offrire esperienze d’uso senza precedenti, per offrire soluzioni di salute e benessere intelligenti che consentano alle persone di assumere il controllo della propria vita”, ha dichiarato Wayne Huang, CEO di Zepp Health. E ha aggiunto: “Zepp Flow incarna la nostra dedizione alla connettività unificata e alle funzionalità intelligenti in tutto il nostro ecosistema. Integrato sia sul sistema operativo Zepp OS nello smartwatch sia sull’app per smartphone Zepp, Zepp Flow si afferma come intelligenza artificiale onnipresente nel nostro sistema. Sia che risieda nello smartwatch, negli auricolari, nella nostra app sul telefono o nel cloud, Zepp Flow garantisce un’esperienza intuitiva e fluida su tutte le piattaforme”.

Alcuni esempi di interazione con Zepp Flow

  • Impostare un programma: “Programma una riunione per lunedì alle 9”.
  • Rispondere alle notifiche: “Rispondi che sto arrivando”.
  • Gestire il tempo: “Imposta un timer fra dieci minuti”.
  • Controllare il meteo: “Che tempo fa oggi pomeriggio?”.
  • Tenere traccia della forma fisica: “Qual è la mia frequenza cardiaca?”.
  • Tracciare lo stato di salute: “Quanto ho dormito stanotte?”.
  • Partecipazione alle chat: “Suggerisci sulla chat una buona ricetta dietetica per la cena di stasera”.
  • Impostare una System Mode: “Sto andando a dormire. Niente notifiche, per favore”.

Le disponibilità

Nella nostra recensione di Amazfit Balance non siamo stati impressionati dall’Intelligenza Artificiale disponibile sulle app di allenamento, ma se dovesse mantenere quanto promesso, Zepp Flow porterà significativi aggiornamenti. Le disponibilità vedono l’update firmware arrivare negli USA, in UK, Irlanda e Canada dopo il 26 febbraio. Gli altri utenti europei dovranno attendere il primo di maggio. La serie Amazfit Cheetah, Amazfit Falcon e Amazfit T-Rex Ultra riceveranno l’aggiornamento a rotazione, a partire dal 28 maggio fino all’11 giugno. L’Amazfit Active sarà aggiornato il 20 giugno.

Seguici su Facebook!

Giornalista pubblicista, SEO Specialist, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Ho scritto per PC Professionale, SportEconomy e Corriere della Sera, oltre ovviamente a Smartphonology.