Samsung Galaxy M12

Samsung Galaxy M12 svelato in Vietnam: tanta batteria e 48 Mpixel


Samsung in queste ore in Vietnam ha alzato il sipario sul nuovo Samsung Galaxy M12, un dispositivo pensato per fornire molta autonomia; assomiglia per certi versi ad A12, pur disponendo di una batteria diversa.

Samsung Galaxy M12: specifiche tecniche

Caratterizzato dalle dimensioni di 164 x 75,9 x 9,7 mm, pesa 221 grammi, ed è costituito in plastica nella cornice e nella parte posteriore. Dispone di un display PLS IPS da 6,5 pollici con notch a V e risoluzione da 1.600 x 720 pixel. Si tratta di un dispositivo dual Sim 4G, all’interno del quale troviamo l’Exynos 850. Diversi i tagli di memoria disponibili, con 3/4/6 GB di RAM e 32/64/128 GB di storage, i quali sono espandibili via micro SD fino a 1 TB; tuttavia in Vietnam è acquistabile nei soli tagli di memoria da 32 e 64 GB. La caratteristica principale dello smartphone è la batteria da 6.000 mAh, con supporto alla ricarica da 15 W. Secondo il produttore la batteria permetterebbe fino a 24 ore di navigazione in Wi-Fi, 23 ore di video oppure fino a cinque giorni di musica.

Samsung Galaxy M12

Il reparto fotografico

Il reparto fotocamere di Samsung Galaxy M12 si basa su una fotocamera principale da 48 Mpixel (in grado di registrare a 1080p a 30 fps), affiancata da un sensore da 5 Mpixel con lente ultragrandangolare e angolo di visione da 123°. Presenti anche due sensori da 2 Mpixel, uno per il calcolo della profondità di campo e l’altro per le foto macro. La fotocamera anteriore ha invece un sensore da 8 Mpixel.

Colorazioni e disponibilità

Assente l’NFC, mentre il sensore di impronte è integrato nel tasto di accensione. Samsung Galaxy M12 è disponibile nelle colorazioni blu, nero e “Jade”. Non è stato rivelato il prezzo, né se arriverà in Europa e in Italia, ma è già acquistabile in Vietnam nei negozi fisici.

Offerte Samsung Galaxy M12

Segui Smartphonology su YouTube!

Giornalista pubblicista, SEO Specialist, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Ho scritto per PC Professionale, SportEconomy e Corriere della Sera, oltre ovviamente a Smartphonology.