Vodafone Curve Pet, Gps per cani e gatti

Vodafone lancia Curve Pet, nuovo gps per cani e gatti


Vodafone nella giornata di oggi ha lanciato un nuovo gps tracker, ovvero Curve Pet, un gps per cani e gatti, in grado di fissarsi a collari o pettorine attraverso una clip. Curve Pet consente di tracciare gli spostamenti del proprio animale in tempo reale attraverso alla Vodafone Smart App, grazie all’impiego di due nuove funzionalità. La prima, Passeggiate, consente di registrare le passeggiate e le distanze percorse. Profili invece memorizza informazioni come razza e altre caratteristiche del proprio amico a quattro zampe. Le funzionalità si integrano a chi ha già un dispositivo Curve.

Curve Pet, il gps per cani e gatti certificato IP67

Il gps per cani e gatti può interagire con la Vodafone Smart App, inoltrando avvisi personalizzati. Curve Pet è certificato IP67, mentre la batteria, secondo quanto riferito dalla compagnia telefonica, può durare fino a 7 giorni, a seconda della modalità di utilizzo. Nella confezione la clip presenta anche degli adattatori di diverse dimensioni.

Dall’applicazione è possibile impostare delle aree, come ad esempio “Parco” o “Casa”; quando l’amico a quattro zampe accede o fuoriesce da queste zone preimpostate, si riceverà una notifica sullo smartphone. Tra le varie funzionalità di Curve Pet, vi è la possibilità di invitare dog sitter o componenti della famiglia per monitorare tramite l’app i movimenti dell’amico peloso. Il gps per cani e gatti integra una Vodafone Smart SIM.

Disponibilità e prezzi

Il pet tracker è contenuto in un kit che comprendono delle clip per agganciare il dispositivo a collari o pettorine. Si tratta di un comune gps acquistabile anche su Amazon, ma senza clip, venduto sul sito di Vodafone al costo di 48,99 euro, a cui bisogna aggiungere l’abbonamento della SIM al costo di 29,99 euro per 12 mesi di servizio, oppure 39,99 euro per due anni.

Seguici su Facebook!

Giornalista pubblicista, SEO Specialist, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Ho scritto per PC Professionale, SportEconomy e Corriere della Sera, oltre ovviamente a Smartphonology.