Unisciti al canale Telegram di Smartphonology
Fairphone 5

Fairphone contro OnePlus, lo scontro a colpi di… panini


Intervistato dai colleghi di Tom’s Guide, il Presidente di OnePlus Kinder Liu ha paragonato un dispositivo che potrebbe essere aggiornato per sette anni consecutivi, ad un panino ammuffito. Se si stesse riferendo agli aggiornamenti software e di sicurezza promessi sui nuovi Galaxy S24, non è dato sapere, ma il Presidente Liu sembrerebbe non apprezzare.

Immagina che il tuo telefono sia un panino. Alcuni produttori stanno ora dicendo che il ripieno del loro panino – il software del loro telefono – sarà ancora buono da mangiare tra sette anni. Ma quello che non ti stanno dicendo è che il pane nel panino – l’esperienza dell’utente – potrebbe ammuffire dopo quattro anni. (…) Quando i nostri concorrenti dicono che la loro politica sul software durerà sette anni, ricordatevi che la batteria del loro telefono potrebbe non esserlo“.

Le parole non sono passate inosservate e Miquel Ballester, co-fondatore di Fairphone e responsabile della gestione del prodotto, non ha risparmiato una velata critica, per far emergere una delle caratteristiche principali del portfolio della sua azienda. Ballester prende in esame Fairphone 2, quello che viene da lui definito come il dispositivo Android più longevo ad oggi e del più recente Fairphone 5, che offre fino a 8 anni di supporto software garantito, puntando però ai dieci. Il co-fondatore afferma che i dispositivi non riparabili non devono essere una scusa per non offrire software per un periodo di tempo prolungato.

Riteniamo che la longevità del dispositivo sia essenziale per ridurre i rifiuti elettronici, preservare le preziose risorse all’interno dei nostri telefoni, evitare le emissioni di gas serra e valorizzare veramente il lavoro delle persone che hanno assemblato il dispositivo“. Inoltre, aggiunge: “Ecco perché il supporto software garantito non può che essere parte della storia completa: è giunto il momento che l’industria nel suo complesso adotti un design più riparabile per i propri dispositivi. Come ci piace dire: “Se non puoi aprirlo, non lo possiedi”. Per il signor Liu, e per chiunque altro sia preoccupato che la batteria del proprio telefono possa durare più a lungo a causa del suo software, la soluzione dovrebbe essere ovvia: renderlo sostituibile.

Giornalista pubblicista, SEO Specialist, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Ho scritto per PC Professionale, SportEconomy e Corriere della Sera, oltre ovviamente a Smartphonology.