Unisciti al canale Telegram di Smartphonology

Analisi dei Big Data della Prima Serata del Festival di Sanremo 2024


Durante la prima serata del Festival di Sanremo 2024, l’analisi dei Big Data condotta dalla TIM Data Room ha evidenziato una significativa attività online correlata all’evento. Con oltre 1.4 milioni di contenuti pubblicati utilizzando l’hashtag #Sanremo2024, la conversazione digitale ha raggiunto picchi notevoli, attestandosi a 2.1 milioni di volumi di conversazione fino alle prime ore del 7 febbraio, pari all’89% del totale delle interazioni online di quella giornata.

Marco Mengoni si è distinto come il fulcro delle conversazioni online, attirando oltre 212 mila menzioni e diventando il protagonista indiscusso della serata. Accanto a lui, altri artisti hanno catalizzato l’attenzione del pubblico, con Mahmood in testa per il numero di conversazioni generate, superando le 181 mila menzioni. L’analisi ha inoltre rivelato i momenti clou della serata, con picchi di attività online durante le esibizioni di Ghali, Annalisa e Mahmood, sottolineando l’impatto di queste performance sull’engagement del pubblico.

Le donne, in particolare nella fascia d’età 25-34 anni, sono state le più attive nella conversazione online, contribuendo significativamente al dialogo digitale intorno al Festival. Tra gli artisti più menzionati, oltre a Mengoni e Mahmood, figurano Ghali, Annalisa, Irama ed Emma, ciascuno con un numero considerevole di menzioni che riflette il loro impatto sulla prima serata del Festival. La TIM Data Room ha anche evidenziato alcune curiosità che hanno catalizzato l’attenzione online, come il look di Ghali, Fiorella Mannoia in un insolito abito e Marco Mengoni con un dettaglio scenico particolare. Questi elementi hanno generato ulteriori conversazioni, arricchendo il panorama digitale del Festival. Inoltre, una significativa percentuale delle conversazioni si è concentrata sull’apprezzamento per le canzoni presentate, con il termine “boppone” utilizzato per descrivere brani particolarmente apprezzati al primo ascolto.