Unisciti al canale Telegram di Smartphonology
smartphone vecchi
Perché non trovare un utilizzo alternativo, anziché buttare uno smartphone?

VECCHIO SMARTPHONE, ecco qualche uso alternativo

Segui Smartphonology su YouTube!

Il momento dell’unboxing del nuovo smartphone è arrivato. Lo scarti, apri la confezione, levi molto delicatamente la pellicola che protegge il vetro, come un rito religioso segnato da un piacere lussurioso misto tra sacro e profano. Senti il profumo dei materiali, della plastica, del vetro, di nuovo. Ma il vecchio smartphone è lì, ti guarda, triste, desolato, sconfitto dal nuovo, mentre cerca di rimembrare i bei tempi insieme.

Cosa farne dunque? Se in buono stato, si potrebbe vendere, oppure vedere se qualche piattaforma online lo ritira (a pagamento) per sottoporlo ad un processo di rigenerazione. Oppure ancora si può portare al centro di raccolta per uno smaltimento corretto e non produrre altro e-waste. Altrimenti si possono trovare usi e utilizzi alternativi.

Come trovare un uso alternativo per il vecchio smartphone

Uno smartphone, anche se vecchio o con una batteria esausta, può essere utilizzato in decine di modi differenti e può far risparmiare così diverse decine di euro su accessori tecnologici che hai messo nella wishlist. Ad esempio, perché comprare una nuova cornice digitale, quando puoi utilizzare uno smartphone vecchio? O ancora, perché comprare una videocamera per la sorveglianza o come baby monitor, se hai un vecchio dispositivo nel cassetto? Insomma quelli citati sono solo due esempi, basta un vecchio smartphone e un po’ di creatività per scoprire nuovi utilizzi alternativi e risparmiare soldi, che non fa mai male; inoltre utilizzare un dispositivo usato aiuta anche a salvaguardare l’ambiente.

Per la casa

ASSISTENTE SCIENTIFICO
Non sempre serve essere laureati o dei supercervelloni per aiutare la ricerca e la Scienza. Alle volte basta anche un nostro vecchio dispositivo! Ci sono diverse app (non moltissime in realtà) che, quando lo smartphone è inattivo o in stand-by sotto carica, sfruttano le risorse dello smartphone per compiere calcoli utili a ricerche scientifiche. Tra queste segnaliamo DreamLab, app della Fondazione Vodafone in grado di sfruttare la potenza di elaborazione collettiva degli smartphone per la ricerca contro il cancro e il Covid19. Per maggiori info: https://www.vodafone.it/nw/vodafone-italia/fondazione-vodafone-italia/attivita/progetti/dreamlab.html. Un’altra app è CRAYFIS (https://crayfis.io/about), un software che funziona sempre quando lo smartphone è sotto carica, ed è in grado di raccogliere dati sui raggi cosmici. Che ci crediate o no, è proprio così.

CONSOLE GAMING
I videogame per smartphone o tablet sono in genere energivori e richiedono molte risorse. Questo può influire, alla lunga, sulla batteria del dispositivo. Se non è troppo obsoleto, il vecchio smartphone può essere utilizzato come una console per il gaming. Che siano app scaricate dai rispettivi app store oppure con Google Stadia, l’esperienza gaming su questi dispositivi può preservare quello nuovo. Google Stadia inoltre non richiede un dispositivo particolarmente corazzato, funzionando in streaming. Oppure ancora si possono installare degli emulatori che possono riproporre l’esperienza delle vere e proprie console, con rispettivi giochi, come ad esempio le prime PlayStation.

Con Google Stadia non serve spendere centinaia di euro in smartphone dedicati al gaming; basta un telefono di fascia media.

CONTROLLER DOMOTICA / HUB MULTIMEDIALE
Non serve uno smartphone particolarmente potente per questo tipo di utilizzo. Potreste installare Google Home per poter controllare accessori come Chromecast, Google Home Mini, Nest, lampadine, videocamere e via dicendo. Diversamente, se avete Alexa potrete utilizzare lo smartphone per avere tutta la casa connessa e anche qui gestire i vari dispositivi. La comodità di avere un telefono o un tablet utile solo a questo scopo è che può essere utilizzato anche dagli altri componenti della famiglia e si può fissare magari in sala mettendolo in un supporto, oppure nei pressi del divano.

CORNICE DIGITALE
La vita delle cornici digitali è stata relativamente breve, anche se nei negozi di tecnologia è possibile trovarne ancora. Tuttavia se avete vecchi smartphone con una diagonale del display sufficientemente ampia (oppure dei tablet non più utilizzati), potreste utilizzare questo stratagemma per dare nuova vita al device che una volta accompagnava le vostre giornate. Per Android esiste un’app come Fotoo che una volta installata sul dispositivo mostra le foto presenti sul dispositivo oppure sui vari servizi cloud tra cui Google Foto, OneDrive, Dropbox, etc. Crea anche effetti di transizione. Per dispositivi iOS è invece possibile scaricare l’app gratuita Framee.

Fotoo

IMPIANTO STEREO
Molti dispositivi hanno ormai degli speaker stereo che non fanno sentire la necessità di comprare accessori appositi come speaker Bluetooth o che si possono connettere via cavo. Tuttavia esistono delle dock come quella di seguito che dispongono anche di ricarica wireless. Un buon modo per ascoltare musica e ricaricare il device di riserva.

USARE IL VECCHIO SMARTPHONE COME MODEM 4G/5G
Se state progettando di andare in vacanza o trasferirvi temporaneamente in una seconda casa e non avete voglia né modo di abbonarvi ad una linea fissa o di sottoscrivere un contratto per l’utilizzo di un cubotto, potete utilizzare un secondo dispositivo, che sia almeno 4G, per trasformarlo in un modem. Se potrà essere aggiornato alle ultime versioni di Android, sarà possibile attivare il tethering (o l’hotspot) direttamente dai toggle del centro di controllo. Lo stesso procedimento si potrà fare naturalmente anche per iPhone. Ovviamente sarà necessario abbinare una seconda Sim con una tariffa, anche solo dati, che sia conveniente per un periodo limitato di tempo.

TELECAMERA DI SORVEGLIANZA / BABY MONITOR
Perché spendere soldi in telecamere di sorveglianza, quando si possono usare le fotocamere degli smartphone inutilizzati? Sono tantissime le applicazioni che permettono di trasformare il tuo smartphone in una videocamera che trasmette dal vivo immagini in diretta dei luoghi in cui sei momentaneamente distante. Tra queste per Android, la migliore è Alfred, che per altro è in grado di avvisare se rileva dei movimenti strani, oppure se il bambino piange o sta riposando. Non solo: può anche trasmettere la tua voce per comunicare con i presenti, come ad esempio far sentire la voce al proprio pet. Alfred è solo un’app, ma ne esistono diverse che offrono opzioni simili, come ad esempio IP Webcam, Camy, etc. Per iPhone e iPad è possibile usare AtHome Camera Security, ed è disponibile anche per Android. Inutile dire che per questi utilizzi, un supporto è quasi indispensabile.

TELECOMANDO UNIVERSALE
Facendo una rapida ricerca su Internet, potreste verificare se il telefono dispone di una porta infrarossi. In tal caso potreste installare sul telefono applicazioni come “Telecomando Universale TV“. Applicazioni come queste sono presenti sugli store di iOS e Android. Di questo tipo ve ne sono un’infinità e inoltre molte sono sviluppate per specifici televisioni, tra cui qualche smart tv. Se utilizzate solo quest’app, tenendo spente qualsiasi altro tipo di funzione energivora e con il tema scuro, potreste tenere vicino al divano un dispositivo che potenzialmente potrebbe avere autonomia di qualche giorno. Con l’applicazione SURE, disponibile sia per iPhone, sia per Android, si potrà inoltre controllare anche il proiettore, la soundbar e persino il climatizzatore.

Per la produttività

CONTROLLER PC DA REMOTO
Se sul tuo PC usi Chrome, puoi installare sul telefono l’app Chrome Remote Desktop solo dopo aver installato su PC, Mac o Linux lo stesso software da https://remotedesktop.google.com/access. Una volta effettuata la configurazione, potrai controllare il tuo computer dallo smartphone. Inutile dire che per funzionare, il PC deve essere acceso e connesso ad Internet. Una soluzione molto efficace qualora foste lontani da casa o dall’ufficio per poter interagire con il computer anche senza averlo nelle vicinanze, grazie allo smartphone.

MOUSE REMOTO / TASTIERA REMOTA
Se il mouse del vostro PC dovesse riscontrare dei malfunzionamenti, o se vi si sono scaricate le batterie e non ne avete di riserva, potete installare Remote Mouse, un’applicazione che, comunicando con un software da installare sul PC, consentirà l’utilizzo dello smartphone come un vero e proprio mouse. Unified Remote è un’app disponibile anche per iOS che trasforma il device anche in una tastiera remota, utilizzabile tramite Bluetooth o Wi-Fi. Nello store vi sono anche applicazioni simili per usare la tastiera, non solo per il PC, ma anche per la TV. Di sicuro non è la soluzione tra le più comode, ma è un’alternativa valida nei momenti di necessità, qualora non aveste altre soluzioni attuabili.

Il vecchio smartphone da usare in auto

CENTRO MULTIMEDIALE AUTO
Sono diverse le app che consentono un utilizzo dello smartphone per un’esperienza in auto migliore e più articolata della semplice navigazione. Una di queste è Android Auto, ovviamente per terminali Android, che consente di poter utilizzare lo smartphone sia per navigare, sia per compiere azioni un po’ più facilmente, anche attraverso i comandi vocali, per non distrarsi durante la guida. C’è anche Car Scanner, disponibile sia per Android sia per iOS, che trasforma lo smartphone in un cruscotto digitale, in grado di rivelare dati e parametri dell’auto. Infine sempre per Android esiste l’app Car Home Ultra, un po’ meno evoluto di un cruscotto digitale, ma che permette di utilizzare facilmente applicazioni utili alla guida.

Car Scanner
Car Scanner trasforma il device in un pannello con una panoramica generale di informazioni sull’auto.

DASH CAMERA
Drive Recorder
per Android è l’applicazione che stavate cercando se volete registrare le vostre sessioni di guida. Con questo software potrete evitare di acquistare una videocamera apposita da utilizzare in macchina, servirà però un supporto per tenere bene il telefono durante la guida. Inoltre, se lo smartphone non ha molta memoria interna, potrebbe essere necessario comprare una microSd. Prima di effettuare l’acquisto è meglio verificare da siti come Gsm Arena, fino a quanti GB può riconoscere il vostro smartphone.

NAVIGATORE GPS OFFLINE
TomTom Go
è un’applicazione disponibile sia per iPhone sia per terminali Android e offre un’esperienza di navigazione offline, ovvero senza la necessità di avere una connessione attiva, proprio come i dispositivi di una volta. Se avete un telefono non troppo vecchio e che potete tenere in auto (ovviamente se possibile nascosto), potrete risparmiare la batteria del vostro dispositivo primario e lasciare la navigazione al muletto.

GPS TRACKER
GPS Tracker è un’app per Android che trasforma il device in un localizzatore Gps, Può essere utilizzato per ritrovare il telefono quando viene rubato, ma se dotato di una Sim, potreste usarlo per trovare la macchina in caso di furto, dal momento che può tenere traccia degli spostamenti. Si può settare un intervallo per reperire il percorso, oppure ricevere foto dagli spostamenti. Un’app molto potente e da usare con criterio e buon senso.

Smartphonology nasce come gruppo su Facebook di appassionati pronti a discutere di tecnologia, in particolar modo di smartphone. Dal 2021 diventa un sito Web di notizie e recensioni.
adbanner