Unisciti al canale Telegram di Smartphonology
TCL NXTWEAR AIR

TCL NXTWEAR AIR, gli smart glasses al CES 2022

Segui Smartphonology su YouTube!

Sei mesi fa al MWC 2021 TCL ha introdotto i Nxtwear G, un paio di occhiali intelligenti in grado di riprodurre contenuti multimediali. All’epoca l’azienda li presentò come in grado di replicare la capacità di uno schermo da 140 pollici. Ora al CES 2022 sono stati presentati i NXTWEAR AIR.

TCL NXTWEAR AIR, le specifiche

I nuovi occhiali sono molto più leggeri, infatti pesano il 30% in meno con i loro 75 grammi. Come il predecessore permette un’esperienza assimilabile a quella di un display da 140 pollici, visionato a 4 metri di distanza. L’angolo di visione del display virtuale è di 47°, ed è possibile grazie ai display microOLED con risoluzione a 1.080p. La frequenza d’aggiornamento è di 60Hz. TCL NEXTWEAR AIR dispongono anche di due speaker, ma se si vuole di una maggiore privacy, è possibile ascoltare l’audio tramite auricolari.

TCL NXTWEAR AIR

Gli occhiali possono essere collegati a qualsiasi dispositivo che supporti il DisplayPort su USB-C. Da cui per altro possono ricevere energia per essere ricaricati. Questo li rende indipendenti dalla piattaforma, a differenza di altri visori, come ad esempio Oculus. Le lenti inoltre, possono essere intercambiabili e supportano il Bluetooth per collegare il controller.

Prezzi e disponibilità da definire

Non sono stati ancora rivelati dati quali disponibilità e prezzi. Insieme a TCL NEXTWEAR AIR sono stati presentati i concept glass TCL Leiniao AR, più adati per l’allenamento e il fitness in quanto sono in grado di mostrare dati e progressi durante gli esercizi. Non si sa molto altro, almeno per il momento.

via

Iscriviti alla newsletter!

Non perdere neanche un aggiornamento di Smartphonology: ricevi gratuitamente recensioni in anteprima, rassegne e novità dal mondo della telefonia!

* indicates required
Accettazione privacy
Roberto Cosentino
Giornalista pubblicista, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Dopo le esperienze da NotebookItalia, PacoDigit e PC Professionale, ecco a voi Smartphonology.