Unisciti al canale Telegram di Smartphonology

Recensione Huawei MatePad Paper: carta canta


Negli ultimi tempi stanno trovando una seconda giovinezza i tablet dotati di schermo E-Ink; basti pensare alle recenti introduzioni di Amazon e Lenovo, fino al HUAWEI MatePad Paper della recensione in oggetto. Si tratta di un tablet con schermo da 10,3 pollici dotato di pennino, utilizzabile in molti ambiti, dallo studio, alla progettazione, fino al disegno. Ecco la nostra prova.

Confezione

La confezione del tablet è molto generosa. Troviamo infatti una comoda cover rigida (HUAWEI MatePad Paper Folio Cover) in grado di tenere uniti con un aggancio magnetico tablet e pennino. Ha un colore scuro e sembra sufficientemente resistente, per proteggere il dispositivo in caso di bisogno. C’è la HUAWEI M-Pencil di 2a generazione con due punte sostitutive. Presenti inoltre il cavo di ricarica USB-C e l’alimentatore. La confezione è elegante e sobria, in pieno stile HUAWEI.

Costruzione e design

Costruito in quel che sembra policarbonato, il dispositivo ha dimensioni di 225,2 x 182,7 x 6,6 mm e pesa 360 grammi. La parte inferiore presenta uno speaker e l’ingresso USB-C, mentre la parte superiore prevede il secondo speaker e un sensore di impronte digitali integrato nel tasto di accensione, abbastanza rapido e performante. Le cornici attorno al display sono sufficientemente spesse, mentre una, sulla sinistra, è molto generosa, in modo da poter reggere comodamente il tablet senza dover coprire il display con le dita. Grazie alla rotazione dello schermo automatica, anche i mancini potranno beneficiare della cornice spessa per non dover fare le acrobazie per scrivere e mantenere il HUAWEI MatePad Paper. Il profilo sinistro è liscio, mentre il destro prevede il bilanciere per il volume e la calamita per agganciare magneticamente il pennino, protetto inoltre dalla chiusura della cover rigida.

Nel complesso il dispositivo è sufficientemente leggero, pratico e maneggevole, per niente scivoloso. La progettazione è stata eseguita in modo che sia utilizzabile agevolmente e in modo comodo, per poter scrivere, leggere o prendere appunti in qualsiasi scenario o situazione senza problemi.

Il display, la scrittura e l’audio

Lo schermo è un E-Ink da 10,3 pollici, con risoluzione da 1.872 × 1.404 pixel. Il rapporto dello schermo/corpo è dell’86,3%. Si tratta del primo tablet al mondo con certificazione Paper Like Display rilasciata da TÜV Rheinland, e consente di leggere come se si stesse sfogliando un libro. La scrittura ha una latenza trascurabile (fino a 26 ms) e riesce stare al passo anche se si scrive o si disegna in modo veloce. Quanto promesso da HUAWEI, ovvero quello di avere la sensazione di scrivere su un foglio di carta, è veritiero. La sensazione è simile e il tempo di risposta, nella scrittura, è più che soddisfacente. La HUAWEI M-Pencil inoltre supporta 4.096 livelli di sensibilità alla pressione.

Ci sono molte soluzioni per la scrittura, come ad esempio la sottolineatura, la possibilità di ordinare gli appunti in modo da scrivere sulla destra di un documento, o il tool per convertire la scrittura a mano in testo digitale. Ma il tablet non è solo questo: lo schermo è molto luminoso e si adatta ad essere utilizzato anche per leggere e-book (o ascoltare audiolibri grazie agli ottimi speaker) o prendere appunti su PDF o sui libri stessi, grazie alla generosa libreria proprietaria. Molto bene anche l’audio per l’ascolto di audio libri. Il volume è adeguatamente elevato, pulito e squillante. Con la connettività Bluetooth si potranno inoltre collegare gli auricolari con comodità.

L’hardware e il software di HUAWEI MatePad Paper

Il tablet si avvale del sistema operativo proprietario di HUAWEI, HarmonyOS 2 e richiede un account HUAWEI ID. Il device permette un’esperienza elevata attraverso l’ecosistema del brand. Anche MatePad Paper può fornire l’esperienza del Super Device, attraverso la condivisione dei documenti e un’interazione più semplice con smartphone HUAWEI (meglio se aggiornati alla EMUI 12 o successive) o attraverso la Modalità Estesa del MateBook. Abbiamo anche il chipset proprietario di HUAWEI per la connessione in WiFi 6+, ma che richiede un router di HUAWEI. La connessione al router tradizionale in WiFi è ovviamente consentita.

Il sistema operativo prevede una schermata in cui sulla sinistra è possibile accedere alle funzioni in una colonna, mentre sulla destra nella sezione Home ci sono widget, in grado di collegare al calendario dell’utente, alle e-mail, alle Note e alla piattaforma HUAWEI Books. Sulla sinistra è possibile accedere alle medesime funzionalità, ma anche alle app (browser, My HUAWEI, AppGallery, Cloud, Impostazioni, Registratore, etc…) al Browser e alla libreria. Presente inoltre WPS Office, ma si può installare anche Microsoft Office. A proposito dello store, è possibile installare una selezione di app compatibili, presente nei “Consigliati” dello store.

Le performance di HUAWEI MatePad Paper

A bordo troviamo inoltre 4 GB di RAM e 64 GB di storage, mentre il chipset è il HUAWEI Kirin 820E. La batteria è da 3.625 mAh, benché possa apparire come ridotta, in realtà il consumo di energia è minimo, e con il 55% della batteria si può contare ancora circa 16 ore di utilizzo. L’alimentatore è da 22,5W e secondo il produttore, con una carica di un’ora e mezza, si può utilizzare il tablet per circa sei giorni. Ovviamente dipende dall’uso, quel che è certo, è che il dispositivo offre una prolungata autonomia che difficilmente lascia a piedi. In Stand-By, secondo HUAWEI, può rimanere per 28 giorni.

Nel complesso il MatePad Paper consente un utilizzo fluido, ma se da una parte nella scrittura ha una latenza irrisoria, diversamente nell’utilizzo comune ci mette qualche tempo in più, specialmente se si utilizzano le dita anziché il pennino. Questo si può notare ad esempio quando si inserisce il PIN in fase di accensione o stand-by. La reattività non è la medesima di uno smartphone con medesime specifiche e anche passare da un’attività all’altra o quando si rotea lo schermo, si riscontrerà un leggero ritardo. Niente di esasperante, ma per chi necessita di una certa reattività sul lavoro, dovrà munirsi di un pochino di pazienza in più.

Conclusioni

Il MatePad Paper di HUAWEI è un prodotto convincente, bello, leggero e con molte funzioni. Ovviamente strizza l’occhio a chi è già presente nell’ecosistema del brand cinese, in particolar modo per chi ha la possibilità di sfruttare il Super Device, ma questo prodotto è trasversale. Va bene anche per chi è dipendente dall’ecosistema di Google, che per l’utilizzo a cui è destinato il tablet, non è necessario. Questo grazie alla possibilità di utilizzare il cloud di HUAWEI e poter lavorare sull’app di Office ufficiale di Microsoft. Uno strumento molto utile per chi vuole prendere appunti come se fosse su carta, ma necessita di digitalizzarli. Inoltre è versatile per la possibilità di leggere e ascoltare libri e audiolibri. Soffre un po’ l’hardware non proprio scattante e il prezzo è importante con i suoi 499 euro, ma li vale fino all’ultimo centesimo, perché è un alleato fedele per il relax e il lavoro.

In breve

Giornalista pubblicista, SEO Specialist, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Ho scritto per PC Professionale, SportEconomy e Corriere della Sera, oltre ovviamente a Smartphonology.