Unisciti al canale Telegram di Smartphonology
recensione emporia smart.5

Recensione emporia Smart.5: lo smartphone per senior

Segui Smartphonology su YouTube!

La nuova generazione di emporia, ovvero emporia Smart.5 è stata annunciata circa tre mesi fa. Si tratta di un dispositivo Android, di fattura austriaca, che si rivolge principalmente ad un target di utenti over 65. Il brand non è nuova a questi tipi di dispositivi. Lo abbiamo provato, anche con il supporto di utenti in target per stilare la recensione che segue. A dispetto da quanto possa apparire come un dispositivo semplice, in realtà per alcuni aspetti è stato difficile inquadrarlo, come ad esempio per l’autonomia, ma ne parleremo in seguito.

La confezione di emporia Smart.5 è ricca (e ingombrante)

Acquistare emporia Smart.5 vuol dire trovarsi ad avere a che fare con una confezione ricca, ma anche ingombrante. Ci sono diversi accessori e tanti manuali per l’utente. Oltre ovviamente al telefono, troviamo una cover con tasto di emergenza, una base di ricarica che mantiene il device leggermente sollevato per un utilizzo comodo anche durante la carica, e le cuffie. Ovviamente anche il caricabatterie da 10W e un cavo. La cover quando utilizzata rende lo schermo un po’ difficile da premere e aumenta un po’ le dimensioni. Tuttavia dispone di un tasto fisico per le emergenze, che si può ovviamente programmare e che può risultare utile per chi ne ha davvero bisogno. La base di ricarica come già detto è molto comoda, diversamente ci sarà una cover, che si può applicare agganciandola meccanicamente al retro del telefono, come si faceva una volta con i cellulari per rimuovere la batteria. Bene le cuffie, i manuali sono diversi e in diverse lingue.

emporia Smart.5, cover e base di ricarica

Costruzione e design

La prima sensazione è quella di avere a che fare con un dispositivo “vintage”. Il display è privo di interruzioni, si può estrarre la batteria e non è dual SIM. A parte ciò, lo smartphone ha dimensioni contenute, anche se lo spessore può essere importante e variare a seconda dell’accessorio. Stando ai dati riferiti dal produttore, stiamo parlando di 150 × 72 × 10 mm, per 179 grammi di peso. Uno smartphone maneggevole, semplice da tenere con una mano e nemmeno troppo pesante. Il design è sobrio, adeguato al target a cui si rivolge. Non è per niente scivoloso è il grip è perfetto.

Nel lato destro troviamo un tasto di accensione, colorato di bordeaux per una più semplice individuazione, subito sopra il bilanciere per il volume. Nella parte inferiore l’ingresso per la USB Type C, degli alloggi magnetici per collegarlo alla base di ricarica e uno speaker di sistema, dal volume abbastanza elevato, ma che non colpisce per la qualità dell’audio. Liscio il profilo sinistro, nella parte superiore l’ingresso per il jack audio da 3,5 mm. Sotto al display, due tasti soft touch di Android e un tasto fisico, come non se ne vedevano da un pezzo. Sopra un led di notifica, una capsula auricolare di notevoli dimensioni e buon audio e la fotocamera anteriore. Sotto al vano batteria la possibilità di inserire ovviamente una sola SIM e una microSD fino a 256 GB.

Due tasti soft touch e uno fisico per emporia smart.5

Caratteristiche speciali di emporia Smart.5

Non manca l’NFC e un sistema di emergenza che chiama in sequenza cinque contatti preimpostati finché qualcuno non risponde, passando automaticamente alla modalità altoparlante. Può emettere un allarme per richiamare l’attenzione (il suono di una sirena) di chi è nelle vicinanze e inviare SMS di emergenza. Infine, allega le coordinate se attivo il GPS. La garanzia è di 2 anni, ma per la batteria (removibile) è di 6 mesi. C’è anche la resistenza agli schizzi con certificazione IP54 ed è compatibile con l‘uso di apparecchi acustici M4/T4. La vibrazione è ottima e avvertibile facilmente. C’è anche un’applicazione “Lente” che funge da vera e propria lente d’ingrandimento. Ovviamente è la fotocamera, che sfrutta anche il flash led. Ovviamente non scatta foto.

Il messaggio arrivato via SMS ai contatti di emergenza.

Display

Lo schermo è una delle caratteristiche che più ho gradito di questo dispositivo. Ha una diagonale da 5,5 pollici, che lo rende partecipe di diritto del club elite di smartphone compatti. La qualità è buona, la risoluzione è HD+ da 1.440 x 720 pixel; non è indicato il tipo di pannello, ma è indubbiamente promosso. Solo quando si utilizza la cover con il tasto di emergenza, abbiamo avuto come l’impressione che fosse necessario premere con più convinzione sul display per selezionare i tasti e i contenuti. Non molto reattivo invece a spegnersi durante le chiamate per via forse del sensore di prossimità, ma niente di fastidioso. Molto bene la visione delle immagini sotto la luce diretta del sole, dispone di una elevata luminosità.

Le icone grandi di emporia smart.5

Riconoscimento biometrico

Niente sensore di impronte digitali, per riconoscere l’utente si ha a disposizione la fotocamera anteriore. Il riconoscimento non è sempre reattivo, ancor meno di sera o con poca luce. Diversamente quando c’è molta luce le performance sono anche buone, ma non è di certo scattante. Si dovrà inserire un sistema di sicurezza, come ad esempio un pin, ma quando si ha fretta potrebbe dar noia non aver un sistema rapido come potrebbe essere ad esempio l’impronta o un riconoscimento del viso più efficiente. La configurazione del volto chiede inoltre che venga effettuata con una abbondante quantità di luce, per non dover ripetere l’operazione più volte.

Hardware, Software e performance di emporia Smart.5

Sotto allo schermo è presente come SoC il MediaTek Helio P22 (secondo quanto riferito da CPU-Z), supportato da 3 GB di RAM e 32 GB di storage. Come ci si aspetta da un telefono di questo tipo, non adeguato a processi impegnativi, finché ci si limita ad un uso blando o compatibile per le proprie capacità, emporia Smart.5 non scalda mai. Abbiamo avvertito i surriscaldamenti quando ci si è inoltrati in situazioni a lui non congeniali, come ad esempio il gaming. L’utilizzo altrimenti è fluido, a bordo abbiamo Android 10 con l’interfaccia emporia, sviluppata in modo da offrire tasti grandi e soluzioni per le emergenze. La batteria è dichiarata da 3.550 mAh. Come detto nell’introduzione, è uno dei telefoni che più mi ha impegnato nella sua valutazione. Con un utilizzo semplice, blando, si può arrivare comodamente a tre giorni di utilizzo. Diversamente, se lo si utilizza intensamente con YouTube o Facebook, si arriva comunque ad un giorno intero. Rimane quindi un telefono affidabile, così come dovrebbe essere uno dedicato anche a situazioni spiacevoli come emergenze. Così come ogni dispositivo la durata della batteria dipende dall’utilizzo, ma in media da 1 a 3 giorni, anche se il consumo in stand-by è lievemente maggiore di quanto ci si aspetti.

A proposito di interfaccia, sebbene possa risultare intuitiva e piacevole per via dei tasti grandi, non si rivolge a chi fa un utilizzo intenso o che si aspetta un dispositivo scattante; non perché il telefono non lo sia, certo, non è rapido in alcune situazioni, ma non è di certo lento. Il software è sviluppato affinché possa risultare adeguato a chi ha bisogno di ragionare un attimo in più sulle scelte e le operazioni da compiere. Non si rivolge dunque di certo a chi “va di fretta” o è rapido nelle operazioni.

emporia Smart.5, la cover posteriore con il tasto di emergenza

Reparto fotografico

Quattro le fotocamere su emporia Smart.5, una frontale da 8 Mpixel, buona per le videochiamate più che per i selfie e tre posteriori. Presente un sensore principale da 13 Mpixel e due fotocamere da 2 Mpixel. Non è stata dichiarata l’utilità delle due fotocamere da 2 Mpixel, ma si presume possano essere per le foto macro e per il calcolo della profondità di campo. Il software della fotocamera non aiuta inoltre, perché è possibile solo effettuare zoom, che per altro invalida la qualità delle immagini, che se mantenute standard, in realtà sono dignitose. Di giorno le foto sono sufficientemente buone, specie se la quantità di luce è abbondante, anche in interni. Diversamente con poca luce o di sera, le foto non saranno di buona qualità. Bene invece le foto macro: zoomando si possono ottenere risultati anche piacevolmente soddisfacenti. Rimane tuttavia una caratteristica, come molte per questo dispositivo, adeguata per il segmento a cui si rivolge e cioè limitata a chi non pretende dallo strumento foto di alta qualità, ma immagini, in alcune condizioni anche buone, adatte al target.

Conclusioni

Al prezzo di lancio, 249 euro potevano essere un po’ impegnative, specie magari per un pensionato, a cui questo telefono può rivolgersi. Rispetto alle caratteristiche offerte inoltre, potrebbe essere un prezzo elevato, ma bisogna anche considerare la ricca confezione di accessori. Su Amazon, marketplace dove il dispositivo è venduto, in occasione delle offerte di settembre lo smartphone è stato venduto a circa quaranta euro in meno. A questo prezzo è decisamente più accattivante e in linea con la proposta emporia.

PREZZO: 249 euro

VOTO GLOBALE: 7/10

Videorecensione

Iscriviti alla newsletter!

Non perdere neanche un aggiornamento di Smartphonology: ricevi gratuitamente recensioni in anteprima, rassegne e novità dal mondo della telefonia!

* indicates required
Accettazione privacy
Roberto Cosentino
Giornalista pubblicista, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Dopo le esperienze da NotebookItalia, PacoDigit e PC Professionale, ecco a voi Smartphonology.