Unisciti al canale Telegram di Smartphonology

Microsoft Italia Lancia Hackathon “AI for Inclusion”


Microsoft Italia riafferma il suo impegno nell’ambito dell’inclusione sociale e dell’equità attraverso l’innovazione digitale, annunciando l’hackathon “AI for Inclusion“. Questo evento rappresenta una chiamata all’azione per sviluppare progetti che utilizzino l’intelligenza artificiale (AI) generativa per migliorare la diversità e l’accessibilità nel mondo aziendale e nella società.

L’iniziativa, presentata presso la Microsoft House a Milano, fa luce sul potenziale dell’AI generativa nell’aiutare le persone con disabilità nelle operazioni quotidiane, potenziando le loro capacità anche in ambito professionale. L’evento ha visto la partecipazione di numerose organizzazioni, tra cui AccessiWay, Alleanza Assicurazioni (Gruppo Generali), e l’Associazione Italiana Dislessia, che hanno condiviso esperienze e sfide riguardanti l’uso dell’AI per l’inclusione sociale. Un recente studio ISTAT e FightTheStroke rivela che il 5,2% della popolazione italiana è composto da persone con disabilità, con un tasso di occupazione del 45,6%, inferiore alla media europea del 47,3%. In questo scenario, l’AI generativa ha un ruolo chiave nel ridurre il divario tra le capacità personali e l’ambiente circostante, amplificando le abilità umane.

L’hackathon “AI for Inclusion” mira a supportare lo sviluppo di idee e progetti che sfruttino il digitale per promuovere l’inclusione sociale, riducendo le barriere in ambiti specifici. L’evento è aperto a imprese, startup, associazioni e al mondo accademico, con l’obiettivo di coniugare competenze e know-how per creare soluzioni innovative a sostegno dell’inclusione delle persone con disabilità. Questa iniziativa fa parte di un ampio piano di Microsoft per valorizzare la diversità e promuovere l’inclusione ed equità sociale, che include lo sviluppo di prodotti inclusivi “by design” e l’introduzione di Microsoft Copilot, che integra l’AI generativa negli strumenti di produttività più diffusi. Queste tecnologie, utilizzando il linguaggio naturale, facilitano l’interazione con gli strumenti tecnologici e migliorano l’efficacia delle tecnologie assistive. “In Italia, il divario occupazionale tra persone con e senza disabilità è del 35,9%. Le tecnologie digitali offrono opportunità uniche per ridurre questo gap, consentendo alle persone con disabilità di partecipare attivamente alla società e al mondo lavorativo“, ha commentato Federico Suria, Direttore Divisione Enterprise Commercial di Microsoft. “Con questo hackathon, vogliamo sensibilizzare pubblico e privato su questo tema cruciale, estendendo il dibattito e implementando iniziative concrete per una partecipazione più equa a livello sociale ed economico“.

Giornalista pubblicista, SEO Specialist, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Ho scritto per PC Professionale, SportEconomy e Corriere della Sera, oltre ovviamente a Smartphonology.