Unisciti al canale Telegram di Smartphonology

Flywallet presenta wearable biometrici al CES


Flywallet, piattaforma digitale per wearable che mette in connessione servizi di pagamento, monitoraggio della salute, assicurazione, mobilità e accesso in un unico ecosistema, sarà presente al CES 2023 per presentare Keyble e Keyble Mini, i primi wearable in grado di utilizzare l’autenticazione biometrica con impronta digitale e battito cardiaco per garantire in modo sicuro e affidabile l’identità dell’utente.

Le caratteristiche dei wearable di Flywallet basati sulla biometria

Con Keyble e Keyble Mini gli utenti potranno utilizzare in modo sicuro i loro dati biometrici per accedere a servizi e spazi fisici e digitali, nonché monitorare il proprio stato di salute attraverso la misurazione dei parametri clinici. Al contempo, le aziende partner di Flywallet potranno offrire ai propri clienti e dipendenti nuovi servizi a valore aggiunto e una migliore esperienza utente, generando nuove entrate e ottimizzando le operazioni, o condurre ricerche in campo medico.

Flywallet propone infatti un modello unico di “Biometric Wearable Platform as a Service” per assicurazioni, istituti di moneta elettronica e di pagamento, banche, centri di medicina e aziende, che potranno erogare i propri servizi direttamente su Keyble e Keyble Mini, connessi tramite API alla piattaforma Flywallet e all’app companion disponibile in SDK. Keyble e Keyble Mini saranno disponibili per il preordine a partire dal CES 2023 e saranno lanciati sul mercato nei primi mesi dell’anno.

Le tecnologie svelate al CES 2023

Siamo entusiasti di presentare Keyble e Keyble Mini al CES 2023“, ha dichiarato il CEO di Flywallet, Lorenzo Frollini. “Crediamo che questi dispositivi rappresentino il primo passo verso una nuova generazione di wearable basati sulla biometria, che permetteranno di connettere in modo più sicuro utenti e servizi, spingendo l’evoluzione nel mondo dei wearable con la crescita di nuovi servizi simili a quanto visto nel mondo degli smartphone, ma con maggiori garanzie di sicurezza”.

Giornalista pubblicista, SEO Specialist, fotografo. Da sempre appassionato di tecnologia, lavoro nell'editoria dal 2010, prima come fotografo e fotoreporter, infine come giornalista. Ho scritto per PC Professionale, SportEconomy e Corriere della Sera, oltre ovviamente a Smartphonology.