Unisciti al canale Telegram di Smartphonology

All’Università di Edimburgo il cibo lo consegnano i robot


Dal 12 febbraio il campus Kings Buildings dell’Università di Edimburgo introduce un servizio di consegna di cibo d’asporto mediante l’utilizzo di robot. Questa iniziativa è frutto della collaborazione con la startup Pixconvey, fondata da Ebtehal Alotaibi, dottoranda in intelligenza artificiale e robotica. Il progetto nasce dalla personale esperienza della dottoranda, che ha perso un familiare in un incidente stradale attribuito a errore umano. Questo evento ha spinto Alotaibi a esplorare le potenzialità dei veicoli autonomi per migliorare la sicurezza stradale.

Sviluppo e Caratteristiche dei Robot di Consegna

Pixconvey ha introdotto due robot, denominati Pixie 1 e 2, ispirati al modello HUSKY del Bayes Centre. Questi dispositivi sono stati progettati per effettuare consegne all’interno del campus universitario, con la prospettiva di una futura espansione del servizio. Il servizio propone una soluzione alternativa alle tradizionali modalità di consegna, mirando a ridurre i costi operativi e l’impatto ambientale attraverso l’uso di veicoli elettrici. Inoltre, il sistema di sanificazione dei contenitori per il cibo mira a mantenere elevati standard igienici.

Regolamentazione e Implementazione

Attualmente, la normativa del Regno Unito in materia di veicoli autonomi impone restrizioni all’uso di tali tecnologie in ambito pubblico. Il progetto pilota nel campus universitario si pone come fase preliminare per testare l’efficacia e la sicurezza del sistema in previsione di future applicazioni. La funzionalità di consegna sarà integrata con l’applicazione Upay, già utilizzata per gli ordini d’asporto. Gli utenti potranno specificare il luogo di consegna e selezionare una fascia oraria tramite l’app Pixconvey, facilitando il processo di ordinazione e consegna.

Supporto Istituzionale e Ricerca

Il progetto beneficia del supporto di Edinburgh Innovations, il servizio di commercializzazione dell’università, ed è parte di un più ampio contesto di ricerca che include lo studio dell’interazione tra sistemi multi-agente e l’apprendimento automatico.